Domenica, 20 Gen 2019
PDF Stampa E-mail

LE GROTTE SUBACQUEE:

ESPLORAZIONE, BIODIVERSITA', TUTELA, FRUIZIONE.

 

Il 7 Maggio 2011 si è tenuta la prima delle due serate pubbliche di approfondimento su temi ambientali organizzate dal Gruppo Speleologico Neretino ONLUS. Con la partecipazione del  Prof. Genuario Belmonte, direttore del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali dell’Università del Salento, e del Dott. Raffaele Onorato, fondatore del Centro di Speleologia Sottomarina ‘APOGON’ ONLUS ed insigne componente della sezione speleo-sub del Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico, sono state descritte le peculiarità del patrimonio naturalistico ed archeologico speleo-subacqueo dislocato lungo la costa salentina, con particolare riguardo per quella neretina.

A seguito di una breve presentazione di cui si sono occupati Vittorio Marras e Marcello E. Posi (rispettivamente responsabile del Museo Didattico e vicepresidente del Gruppo), che ha riguardato la storia del Gruppo Speleologico Neretino e le ragioni per le quali è stato scelto di affrontare il tema delle grotte sommerse tra le varie emergenze ambientali considerabili, il professore Belmonte ha descritto il valore biologico, biogeografico e culturale delle grotte subacquee, sottolineando le necessità di tutela e valorizzazione della biodiversità e degli endemismi che queste custodiscono e sostengono.

Il dottor Onorato, in seguito, si è soffermato sulle tecniche esplorative delle cavità sommerse e sulle difficoltà che la progressione in questi ambienti comporta.

Il pubblico, accorso numeroso per partecipare alla serata, è stato coinvolto grazie alla sensibilità dei relatori che hanno proposto i contenuti in una veste semplice, attraverso la proiezione di presentazioni di diapositive e video, nonché attraverso dimostrazioni pratiche delle criticità riscontrabili durante l’esplorazione di questi ambienti e delle soluzioni offerte dalla tecnica speleologica.

La serata, che si inserisce nella politica del pubblico alla quale il Museo Didattico del Gruppo è estremamente attento, ha permesso ai presenti di avvicinarsi ad un mondo nascosto ma estremamente ricco, la cui tutela passa attraverso la diffusione delle conoscenze attualmente disponibili e l’educazione, intesa come sensibilizzazione al rispetto della natura e del suo valore.

 

Nella sezione VideoGallery sono finalmente disponibili i video dell'intera serata.

 



 

 

Google